Sconti eccezionali su kit TvCc per altri -53 days, -19h, -53min, -10s Vedi ora

Preventivo
0,00€

Normativa Antifurto 2018

normativa antifurto

Normative antifurti e impianti antintrusione 2018

Numerose sono le normative antifurti vigenti in campo di antintrusione e di allarmi casa . Come per gli anni passati anche nel 2018 sono diverse le normative che interessano la sicurezza .  Poiché quando si decide di installare un impianto di antifurti ci si aspetta che questo sia stato fatto a “regola d’arte” è necessario conoscere la normativa applicabile in questo campo per capire se l’impianto risponde alle norme imposte dalla legge; di seguito le principali norme, leggi e normative che si applicano in campo di antifurti.

normative antifurti : Legge 46/90

La legge 46/90, valida ancora in alcuni suoi articoli, è la legge italiana emanata per regolamentare la sicurezza degli impianti elettrici, radiotelevisivi ed elettronici in genere. Infatti all’art. 7 vengono esposti i criteri per la realizzazione dei sistemi antintrusione e antieffrazione. La legge italiana fa riferimento alle norme del Comitato Elettrotecnico Italiano, le norme CEI e in particolare alla norma CEI 79-3.

normative antifurti : Decreto 37/08

Il Decreto 37/08, che abroga quasi tutta la legge 46/09, definisce i requisiti tecnico professionali degli operatori del settore e sopratutto degli installatori, l’obbligo di progettazione degli impianti e alcune specifiche di conformità alla norme di Enti di normalizzazione appartenenti agli Stati membri dell’Unione Europea.

normative antifurti  : Norma CEI 79-3

La legge CEI 79-3, aggiornata a maggio 2012 è specifica sugli impianti di allarme intrusione e rapina. La normativa ha lo scopo di descrivere la progettazione, la realizzazione, l’impianto, il collaudo e la manutenzione degli impianti di allarme antintrusione e rapina in modo da stabilire i criteri adatti ed evitare al minimo gli allarmi non conformi.

Le principali novità dell’aggiornamento riguardanol’allineamento con la terminologia e la nomenclatura e con la logica di classificazione dei sistemi di allarme intrusione e rapina definiti dalla Norma CEI EN 50131-1 a cui si aggiungono alcune sezioni tratte dalla guida di applicazione della normativa CEI CLC/ TS 50131-7:2010.

La normativa CEI 79-3 classifica gli impianti su 3 livelli di prestazione e 5 categorie di tipologie di rischio: unità abitativa (commerciale), cassaforte, caveau (locale corazzato), insediamento industriale (commerciale) e unità abitativa isolata. L’impianto viene analizzato nei suoi 3 sottosistemi che lo compongono: sottosistema rivelatori, sottosistema apparati centrali e opzionali e sottosistema dispositivi di allarme. Utilizzando le tabelle indicate è possibile risalire direttamente al livello di prestazione di ciascun sottosistema in funzione del grado di sicurezza, del tipo e della disposizione dei componenti.

Un aspetto aggiuntivo a carattere innovativo è stato introdotto da quest’edizione della norma ed è un allegato informativo che descrive le competenze delle persone responsabili della valutazione del rischio, della progettazione, dell’installazione, della manutenzione e riparazione di un impianto di allarme antintrusione, con il dettaglio della qualifica e della formazione richiesta.

Nonostante la normativa sia dettagliata in tutte le sue parti,non esistono delle vere e proprio prescrizioni ma solo dei “consigli” , si nota infatti la ricorrenza dei termini dovrebbe”“dovrebbero”.

normative antifurti  : Dichiarazione di conformità

Ovviamente la dichiarazione CE di conformità deve essere presente sugli impianti che si installano, tale dichiarazione infatti garantisce che il prodotto è conforme alle direttive europee applicabili in materia di impianti antifurti.

scegliete quindi sempre prodotti di qualità e installati da professionisti. il web offre moltissimo prodotti a basso costo ma non sempre abbiamo la certezza che nel produrlo abbiano rispettato le normative vigenti .

ricordiamo inoltre che anche per i 2018 è possibile ottenere la detrazione fiscale per allarmi.

fonte: securpointre.it

Normative

Rilascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
La sfida della città Smart
Articolo successivo
Tecnologia radar Inxpect -Tsec MSK101
scroll to top